"Natale è qui, e Natale è la pace".... questo il tema che ha accompagnato il Natale 2015.

Complice la brevità dell'Avvento oppure il clima meteorologico poco "Natalizio" il Natale 2015 è arrivato velocemente e altrettanto velocemente siamo ritornati al nostro "tempo ordinario".

Come non riportare però alla mente l'occasione che tutta la comunità ha avuto di lasciarsi incantare dal presepe allestito sull’argine del fiume Mella che, come tutti gli anni, il Gruppo Amici del Presepio, ha allestito per noi. Mesi di preparativi, come ben sapete... ma alla fine... che spettacolo! Camminare ammirando le casette e i minuziosi dettagli per poi arrivare alla capanna che ci dona un soffio di serenità. Natale è qui, Natale è la pace.

È vero, siamo tornati velocemente alla nostra quotidianità ma, permettiamoci ogni tanto di ritornare con la mente ed il cuore a quella capanna così da poter dire, ogni giorno: "Natale è qui", Dio sta nascendo, è nato qui ed ora in questo frammento della mia quotidianità. E allora sarà la pace, pace che scaturisce dall’evento che ha cambiato la storia... per sempre: l’Amore, quello vero, si è fatto bambino e ha trasformato ... trasforma ... il mondo.

Un sincero ringraziamento, dal profondo del cuore, agli Amici del Presepio e a tutti coloro che con il loro piccolo grande contributo regalano alla nostra comunità un dono così grande.

 

P.S. 10.000 ... è la stima approssimativa delle persone che, da tutta la provincia, sono venute a visitare il presepe di Marcheno. Un numero elevato che premia l'enorme lavoro e le innovazioni che ogni anno fanno "nuovo" il presepio. L'edizione 2015 ha visto infatti l'aggiunta della taverna, del calzolaio e il restyling della capanna della natività. Nuovi personaggi creati dalla maestria di un anonimo autore gardonese (una struttura in ferro e legno ricoperta con vestiti che differenziano i vari personaggi, mani e testa in gesso colorato). Il nostro amato gruppo Amici del Presepio non si ferma mai... è sempre alla ricerca di nuove idee e non si tira mai indietro di fronte a nuove proposte e/o collaborazioni.
Sara

 

ozio_gallery_nano