Storia e Arte

La storia e l'arte occupano un ruolo importante nella vita della nostra comunità: la prima rappresenta infatti le nostre radici (da dove veniamo), mentre la seconda costituisce un modo per elevare il nostro spirito valorizzando la cultura e le tradizioni locali.

Marcheno possiede una propria storia, che ha "vissuto" attraverso lo scorrere dei secoli e che ci ha condotti sino ai giorni nostri. Essa si intreccia inevitabilmente con i grandi avvenimenti storici che tutti studiamo a scuola, e da questi ne è ovviamente influenzata. Tuttavia essa possiede le proprie particolarità e curiosità, che la rendono sicuramente degna di un approfondimento.

Un discorso analogo lo merita la produzione artistica presente nel paese, che va dalle due Chiese (ed in particolar modo il Santuario della Madonnina) agli stupendi affreschi recentemente scoperti e restaurati all'interno della chiesa parrocchiale.

Questa sezione è proprio dedicata a rendere omaggio a questi aspetti estremamente importanti della nostra cultura locale, ed è destinata a tutti coloro che amano la conoscenza e le belle opere.

L’istituzione ed il Breve di approvazione

Come ricorda lo storico bresciano Antonio Fappani: “È noto quale ruolo abbiano ricoperto nella storia della pietà cristiana in genere e mariana in specie le Compagnie, le Discipline e le Confraternite. Esse furono in un certo senso l’organizzazione stessa della pietà, i centri propulsori di essa. Non organizzazione burocratica, e perciò mortificante, ma una unione, un conglobamento - se così si può dire - di spiriti, che, dandosi una Regola, si sforzavano di manifestare, nel miglior modo possibile e in vicendevole esempio, la loro devozione e di potenziare il loro sforzo nelle opere di culto e di beneficenza”[1] .

Leggi tutto: La Confraternita di S. Maria Annunziata del Santuario (sec. XVIII)