Gruppi

La terza domenica del mese di ottobre si è celebrata la Giornata Missionaria Mondiale.

Bancarella MissionariaPapa Francesco nel suo messaggio sottolinea che la missione è il cuore della fede cristiana, fondata sul potere trasformante della Buona Notizia, che invita chi la accoglie a condividere la sua vita con i fratelli. Come dice spesso, è preferibile “una Chiesa accidentata, ferita e sporca per essere uscita per le strade, piuttosto che una Chiesa malata per la chiusura e la comodità di aggrapparsi alle proprie sicurezze”.

La missione è particolarmente sentita nella Diocesi di Brescia, in ragione anche della sua storia missionaria. Per questo la città ha accolto l'invito ad ospitare il primo festival della missione. Impegnati ad annunciare il Vangelo vi sono sacerdoti, vescovi, religiosi, religiose e laici (in tutto circa 260), che provengono dalla provincia, ciascuno sostenuto anche dalla solidarietà delle parrocchie e di gruppi di amici.

Ad essi è stato affidato il mandato di essere testimoni della bontà e generosità dell'intero popolo bresciano. Essi sono portatori anche di messaggi di giustizia e di benessere da condividere, pronti a donare la loro vita ai fratelli più bisognosi ed a lasciarsi coinvolgere dalle loro vicende umane, dalle loro fatiche e dalle loro sofferenze. E questo per corrispondere all'amore di Gesù!

CastagnataAnche il gruppo missionario di Marcheno, coordinato dalle suore, rende testimonianza del suo amore per il prossimo con l'allestimento di una bancarella, dove vengono esposti i lavori confezionati dalle signore che, generosamente dedicano parte del loro tempo affinché si raccolgano fondi per dare un aiuto concreto ai nostri missionari che operano nei paesi più poveri del mondo. Oltre la bancarella è stata proposta anche una lotteria.

Lunedì 6 novembre il gruppo missionario si è riunito per la preghiera, l'estrazione della lotteria ed un momento di festa.

Inoltre la Commissione Oratorio ha devoluto l'incasso della castagnata per le missioni.

In totale sono stati raccolti € 2.800,00 così devoluti:

  • € 800,00 per Missioni Dorotee
  • € 500,00 per Scuola Andrea Vive
  • € 1.000,00 per Missioni Saveriani
  • € 500,00 per suor Gianpaola Fausti.

Il gruppo missionario

Carissimi, vi raggiungiamo con alcuni aggiornamenti.

Come ogni anno Marcheno ha collaborato attivamente alla raccolta di San Martino (Sabato 11 novembre 2017). Grazie al gruppo Caritas, e all’importantissimo aiuto di alcuni gruppi di adolescenti, sono stati distribuiti i sacchi e in seguito raccolti gli indumenti. Il materiale è destinato al sostegno del progetto diocesano a favore dell'orfanotrofio “Rainbow Children Home” a Pokhara – Nepal (obiettivi: realizzare un progetto pilota indirizzato alla produzione di vegetali e cereali biologici e potenziare l’azienda agricola al fine di soddisfare il fabbisogno alimentare dei bambini).

Il 19 novembre è stata condivisa la preghiera e il ricordo della prima giornata mondiale dei poveri, “Non amiamo a parole ma con i fatti”, voluta da papa Francesco per ricordare la dignità di queste persone.

Ci ricorda il papa nel suo messaggio:

“Siamo chiamati a tendere la mano ai poveri, a incontrarli, guardarli negli occhi, abbracciarli, per far sentire loro il calore dell'amore che spezza il cerchio della solitudine. La loro mano tesa verso di noi è anche un invito ad uscire dalle nostre certezze e comodità, e a riconoscere il valore che la povertà in sé stessa costituisce.”

Da non dimenticare, inoltre, in apertura dell'Avvento la tradizionale Giornata del Pane (domenica 3 dicembre) dal titolo "Le storie sanno di pane. Nostro.", occasione, come auspicato da Papa Francesco, per vivere un gesto concreto di condivisione, partecipazione, responsabilità comune e nel contempo per ricordare che "il Padre nostro è la preghiera dei poveri: il pane che si chiede è nostro. In questa preghiera tutti riconosciamo l’esigenza di superare ogni forma di egoismo per accedere alla gioia dell’accoglienza reciproca".

Vi ricordiamo anche che, come ormai tradizione, in tutto il periodo dell'Avvento durante le messe, verranno raccolti generi alimentari a lunga conservazione, che serviranno per aiutare il gruppo Caritas a garantire i “pacchi viveri” alle famiglie bisognose della nostra comunità.

Per fortuna la Carità non si ferma mai: è il motore che ci fa crescere nelle relazioni, mantenendoci aperti all'ascolto e all'accoglienza degli altri. Solo così potremo continuare ad essere comunità che trasforma, le piccole o grandi azioni di tutti i giorni, in “straordinario nell’ordinario”. Buon avvento e buon Natale.

Commissione e gruppo Caritas

P.S.: Ringraziando coloro che donano gli abiti alla Caritas, ci permettiamo di precisare che tali abiti devono essere in buone condizioni. La dignità delle persone è importante e il vestito è segno distintivo di tale dignità. Non fa onore ad una comunità vestire chi è nel bisogno con indumenti trascurati o sciupati. Grazie

Il giorno di Natale, conclusa la S. Messa delle 10,30, Don Maurizio ci ha regalato un momento molto emozionante: abbiamo festeggiato con tutta la comunità i dieci anni della nascita del coro ‘Le Canarine’
Ora, in queste poche righe non vogliamo fare la cronistoria del nostro coro parrocchiale, ma desideriamo trasmettere emozioni.

Leggi tutto: Chi canta prega due volte!

Sottocategorie

Il coro giovanile nasce a Marcheno circa vent’anni fa su iniziativa del curato di allora don Daniele Faita e di un gruppo di giovani misti con la passione del canto. Scopo di questo gruppo era quello di animare la messa dei ragazzi rendendola più partecipate anche grazie all’accompagnamento degli strumenti musicali.

Con il passare degli anni, il coro giovanile ha sempre mantenuto l’impegno di animare la messa della comunità proponendo canti più adatti alla sensibilità giovanile e cercando di coinvolgere l’assemblea con una viva partecipazione; in seguito, a causa degli impegni inderogabili, continuarono l’attività solo un gruppetto di ragazze con il supporto di alcuni chitarristi. Attualmente il coro giovanile è composto da una ventina di ragazze tra i cinque e i trent’anni sotto la giuda di Fausti Gabriele.

Il gruppo si trova in oratorio una volta la settimana per le prove.


Momenti forti del coro giovanile, sono l’animazione musicale elle seguenti occasioni:
  • Inizio dell’anno di catechesi.
  • Solennità di tutti i santi.
  • Solennità dell’Immacolata concezione.
  • Solennità del Natale.
  • Solennità dell’Epifania.
  • Festa di S. Dorotea.
  • Solennità di Pasqua.
  • Prime Comunioni.
  • Festa dei santi Patroni.
2caritas

NON è un nuovo gruppo, ma è un organismo pastorale per sensibilizzare e coinvolgere l’intera comunità parrocchiale, affinché realizzi la testimonianza della carità.NON è un’associazione di volontariato, ma è uno strumento educativo che svolge compiti di:

  • antenna per cogliere le povertà/i bisogni vecchi e nuovi
  • motorino di avviamento per suscitare e stimolare forme di impegno
  • punto di coagulo e di coordinamento dei vari gruppi e delle varie forme di carità.

E’ espressione originale della Parrocchia e opera in collegamento con la Caritas diocesana.

Il Gruppo della Caritas parrocchiale si ritrova ogni mercoledì sera, alle 20.30, presso la sede in P.zza don E. Moscardi

Referenti: Ferraglio Virgilio tel. 030 8610342 Don Maurizio tel. 030 8960468

Ulteriori informazioni sulla Caritas parrocchiale le potete trovare qui