Bollettino

Il bollettino "Comunità Marchenese", ha una periodicità mensile e viene distribuito a tutte le famiglie. Esso ha il compito di informare la comunità sia sugli aspetti religiosi del mondo contemporaneo, sia degli aspetti più propriamente legati alle attività della parrocchia, tra cui anche eventuali avvisi e ringraziamenti. Il bollettino è diventato ormai parte integrante della vita della comunità, ed ora cerca di proseguire questo servizio sfruttando i nuovi mezzi di comunicazione messi a disposizione dalla tecnologia informatica.


Il Bollettino della nostra parrocchia è nato ancora ai tempi di don Costanzo Daccaminata (prima della seconda guerra mondiale) come supplemento al periodico diocesano “Il Bollettino della mia Parrocchia”. Allora lo spazio per le notizie locali era limitato ad una pagina al massimo, mentre il resto era occupato da notizie dalla diocesi, da piccoli fatterelli di cronaca, da novelle, storie, perfino qualche barzelletta (chi si ricorda le famose firme di Pierfrancesco di Grà dé Pér e di altri?) Questa impostazione non cambiò con don Severino Cardoni in qualità di parroco e neppure nei primi anni del parrocchiato di don Ernesto Moscardi. In questo periodo tuttavia si cominciò a dare maggiore spazio alla cronaca locale fino a giungere negli anni Sessanta all’elaborazione di un Bollettino “Comunità Marchenese”, frutto del lavoro di chi operava in parrocchia. E’ di questo periodo la collaborazione del compianto maestro Armando Ricci (notizia poco nota ai più), che collaborò a Comunità Marchenese fino al 1973-1974 circa, promuovendo lo speciale dedicato al primo decennio di parrocchiato di don Ernesto nel 1963 (e al 350° anniversario della costruzione del santuario della Beata Vergine Annunziata) e lo speciale del ventennio (1973), quest’ultimo con la stretta collaborazione di Aurelio Valentini. Negli anni Sessanta l’editore era la “Buona Stampa Tipografica” di don Faustini con successivo subentro da parte di Mario Squassina (fine anni Sessanta e primi anni Settanta, con gli inserti pubblicitari di un’impresa edile, che alcuni ricorderanno certamente).

Negli anni 1975-1977 la società editrice fu la stessa della “Voce del Popolo” e la testata venne chiamata “La Voce di Marcheno”; la ristrutturazione fu necessaria per l’aumento dei costi di stampa e don Giorgio Peroni, curato di Marcheno e ora missionario diocesano in Ecuador se ne fece promotore. Dal 1978 fino al 1983 ritornò la vecchia testata “Comunità Marchenese”, col Bollettino di nuovo stampato dalla Buona Stampa Tipografica di Vicolo S. Clemente a Brescia. Nel 1978 uscì un importante speciale sui 25 di parrocchiato di don Ernesto, coordinato dal prof. Vincenzo Rizzinelli, che collaborava al Bollettino come articolista già dalla fine degli anni Sessanta e poi come capo redattore dal 1975 circa, affiancato soprattutto da Bruno Baresi.

Dal 1984 al 1997 l’editore fu Mario Squassina con quattro o otto pagine in carta patinata lucida e la testata rinnovata nella grafica, ma sempre con il nome “Comunità Marchenese”; in questi anni continuò la sua opera di redattore - coordinatore il prof. Rizzinelli, che si raccordava principalmente con il parroco del tempo don Luigi Bellini e poi con gli articolisti pescati nella realtà dell’associazionismo parrocchiale. Nel 1989 uscì un libretto speciale in onore del 25° di parrocchiato proprio di don Luigi, sempre curato da M. Squassina.

La svolta si verificò con l’arrivo di don Roberto Zanini: dal 1° gennaio 1998 ebbero inizio le pubblicazioni della rivista di 20 pagine “Comunità Marchenese”, che presentava tante foto in bianco e nero ed alcuni numeri a colori, giunta al IX anno di pubblicazione. L’attuale Bollettino è stato edito dapprima dalla Tipolitografia Timpini (sino al 31 dicembre 2002) e poi (dal febbraio 2003) dalla ELC di Lancini Emilio (che prosegue tuttora nella sua opera, dopo l’ultimo appalto fatto), con ampio rinnovamento della grafica della testata e con due colori all’interno; il coordinamento è stato portato avanti da un comitato di redazione guidato dapprima da Vincenzo Rizzinelli (sino al 2004) e da due anni circa dalla prof. Angela Fadani. Nel giugno 2003 è stato pubblicato un numero speciale di ben 32 pagine per il 25° di parrocchiato del nostro arciprete don Roberto, mentre con il numero di ottobre 2003, edito per la visita pastorale, la testata ha compreso la parrocchia di Cesovo accanto a quella di Marcheno. E la storia continua… con i tradizionali 10 appuntamenti annui.

Non occorre essere raffinati sociologi per notare quanto la mentalità che trasuda dai vari “media” renda oggi l’uomo sempre meno distinguibile dalle cose e di conseguenza, come le cose, controllabile e disponibile. Così anche la vita, il nascere e il morire diventano oggetti disponibili. La morte sta diventando un presidio terapeutico, un’opzione tra le altre, addirittura un indice di progresso. Così anche il figlio diventa oggetto di diritto e non soggetto di diritto, da ottenere anche a costo di calpestare la dignità e la vita degli altri. A tal proposito la scienza ha messo a disposizione numerose tecniche atte a favorire la fecondazione. Lungi da me criminalizzare chi si adopera per il benessere e la salute delle persone, solo vorrei sottolineare che non tutto quello che si può fare, solo per il fatto che è possibile, sia anche opportuno farlo. Del resto la storia insegna!

Uno di questi campi “minati” in cui la scienza si è particolarmente prodigata, è quello della PMA: la Procreazione Medicalmente Assistita.

Leggi tutto: La Procreazione Medicalmente Assistita (PMA)

sepolcro vuoto

La Vita è perfetta.
Tutte le vite sono perfette.

La perfezione sta nel fatto che Dio ci dà ESATTAMENTE
ciò che ci è necessario per diventare perfetti.

Di volta in volta. Senza stancarsi mai.
Se riusciamo a cogliere ciò che ci è donato...
gli incontri, le persone, le parole,
la Parola, i libri, il tempo,
il creato, l'amore, il dolore,
il lutto, la perdita, il successo,
il fallimento, la fatica, la felicità...

compiamo un passo verso la nostra perfezione.

Se no, ci sentiamo perduti. E' il dolore del nostro peccato.
Ma Dio trasforma anche il dolore del nostro peccato nella sola cosa che ci è NECESSARIA, in quel preciso momento.

E ci dà ancora, ed ancora, ed ancora, la  perfetta possibilità per noi, come siamo IN QUEL MOMENTO...

E' il perdono incondizionato.

Dio ci rimette sul sentiero della perfezione.

Personalmente, quasi mai ho la consapevolezza  necessaria per vedere questa perfezione  NEL PRESENTE... è una condizione che si realizza in rari momenti di luce interiore... ma se guardo indietro alla mia storia, vedo che è così. E se guardo alla storia delle persone che ho conosciuto, vedo che è così.
La Vita è perfetta.

 

Ricevo questo scritto per mail da una amica che conosco da quindici anni e con la quale ho condiviso gioie e dolori in una vita inimmaginabile per circostanze, desideri, scelte, illusioni, errori, delusioni, amarezze e tanto, tanto altro.

Leggi tutto: La vita è perfetta

Messaggio del Consiglio Episcopale Permanente per la 37a Giornata Nazionale per la vita (1° febbraio 2015)

Solidali per la vita“I bambini e gli anziani costruiscono il futuro dei popoli; i bambini perché porteranno avanti la storia, gli anziani perché trasmettono l’esperienza e la saggezza della loro vita”. Queste parole ricordate da Papa Francesco sollecitano un rinnovato riconoscimento della persona umana e una cura più adeguata della vita, dal concepimento al suo naturale termine. È l’invito a farci servitori di ciò che “è seminato nella debolezza” (1Cor 15,43), dei piccoli e degli anziani, e di ogni uomo e ogni donna, per i quali va riconosciuto e tutelato il diritto primordiale alla vita.
Quando una famiglia si apre ad accogliere una nuova creatura, sperimenta nella carne del proprio figlio “la forza rivoluzionaria della tenerezza e in quella casa risplende un bagliore nuovo non solo per la famiglia, ma per l’intera società.
Il preoccupante declino demografico che stiamo vivendo è segno che soffriamo l’eclissi di questa luce. Infatti, la denatalità avrà effetti devastanti sul futuro: i bambini che nascono oggi, sempre meno, si ritroveranno ad essere come la punta di una piramide sociale rovesciata, portando su di loro il peso schiacciante delle generazioni precedenti. Incalzante, dunque, diventa la domanda: che mondo lasceremo ai figli, ma anche a quali figli lasceremo il mondo?

Leggi tutto: Solidali per la vita

L’8 ottobre 2013 Papa Francesco ha convocato l’Assemblea Straordinaria Generale del Sinodo dei Vescovi sul tema “Le sfide pastorali sulla famiglia nel contesto dell’evangelizzazione”. Si tratta di un grandioso progetto per verificare lo stato di salute della famiglia nel mondo, indagare le conseguenze determinate su genitori e figli da una certa cultura del relativismo, dare voce al malessere di tante famiglie cristiane che vorrebbero trovare nuove strade per testimoniare la fedeltà alla propria vocazione. E’ stata quindi fatta un’amplissima ricognizione, attraverso il “Documento preparatorio” ed il relativo questionario, diffuso a livello mondiale. Ora è già disponibile l’”Instrumentum Laboris” con i risultati della ricognizione, che verrà utilizzato dai vescovi nel Sinodo straordinario di questo ottobre 2014.

L’analisi dettagliata, presentata nell’Instrumentum laboris, rappresenta uno specchio realistico dello stato odierno della famiglia. I risultati evidenziano un’immagine della famiglia dolorosamente deturpata, tanto da poter essere paragonata a quella dell’Uomo della Sindone.

Leggi tutto: La Famiglia: una bellezza da riscoprire

Esercizi Spirituali Parrocchiali e Zonali 2015 in preparazione al Pellegrinaggio Diocesano delle Famiglie presso la comunità parrocchiale di Marcheno

Per giovani e adulti

Predicatore: don Giorgio Comini, direttore dell'Ufficio Famiglia della Diocesi di Brescia

Lunedì 23, Martedì 24, Mercoledì 25 Febbraio 2015 dalle 20:30 alle 22:00

Presso la Parrocchia Ss. Pietro e Paolo in Marcheno

Ore 20.00 Inizio – Silenzio
Ore 20.30 Invocazione dello Spirito e annuncio della Parola Meditazione guidataTempo per la meditazione personale, per l'Adorazione Eucaristica, per il confronto e le confessioni
Ore 22.00 Conclusione comunitaria

Sottocategorie

In questa sezione vengono raccolti gli editoriali e gli articoli più importanti a partire dal 2010