bimbochiamabimboIl giorno 10 aprile noi del gruppo di catechismo EFESO (2°media) siamo andati a visitare la sede dell’ associazione: “bimbo chiama bimbo” un’ associazione che aiuta le famiglie.

Ci siamo ritrovati alla chiesa alle ore 14:00. abbiamo preso la corriera; dopo un viaggio divertente e pieno di rumori, siamo arrivati a Mompiano. Ci siamo recati a piedi fino all’entrata dell’associazione. Dopo essere entrati, siamo stati un po’ al parco giochi dove ci siamo divertiti molto.

E’ poi arrivato il presidente di “bimbo chiama bimbo”: Fabio, che si è presentato e ci ha descritto l’associazione e di come gli sia venuta l’idea di far nascere un gruppo di volontari così grande che aiuta le famiglie in tutti i suoi ambiti .

“Bimbo chiama bimbo” nasce nel 1997 da un’esperienza fatta in Croazia da un gruppo di amici per aiutare un orfanotrofio.

Oggi coinvolge centinaia di volontari e aiuta moltissime famiglie in difficoltà, sia in Italia che all’ estero.

Dopo questa presentazione, Fabio ci ha ricordato una parte del vangelo in cui in ogni persona dobbiamo vedere il volto di Gesù.

In seguito ci ha portato nel magazzino alimentare dove abbiamo potuto vedere prodotti che però in questo periodo stavano diminuendo per via della crisi. Uscendo abbiamo incontrato due ragazzi giovani Francesco e Silvia che ci hanno raccontato dell’associazione di cui facevano parte: Libera, che combatte contro la mafia.

Subito dopo ci hanno accompagnato al guardaroba che viene gestito dai ragazzi; qui le persone possono prendere a 2 euro al chilo vestiti, scarpe, giocattoli e carrozzine.

Le famiglie che vengono ad acquistare questi prodotti avevano la possibilità di lasciare i bambini in un settore a loro dedicato: Il Bosco Magico.

In seguito ci siamo recati in una stanza in cui un ragazzo ci ha fatto sentire una canzone intitolata “Esseri umani”di Marco Mengoni e abbiamo esposto i nostri pensieri riguardo a questo testo, successivamente abbiamo visto il centro 0-3 che è per i bambini piccoli accompagnati dalle loro mamme. Qui si può restare per l’intera giornata in compagnia di animatori. Una di questi è Elena di 19 anni che è la responsabile di “anima bimbo”(così si chiama lo spazio per bimbi da 0 a 3 anni) dove fa divertire i bambini con palloncini e feste.

Questa esperienza è stata per noi molto importante perché ci ha educato a condividere un po’ del nostro tempo per gli altri, ci ha aiutato anche ad essere disponibili a compiere piccoli gesti, partendo dalle persone bisognose della nostra comunità