Imparate a gareggiare nello stimarvi a vicenda

Con queste parole ha avuto inizio l’esperienza di camposcuola per i 35 adolescenti iscritti a Senigallia 2018.
Il tema proposto quest’anno è stato quello delle olimpiadi; grazie alla visione del film “Eddie the eagle: il coraggio della follia” i ragazzi sono potuti entrare in contatto con il tema dello spirito olimpico, ovvero un atteggiamento di valore e perseveranza adottabile anche come stile di vita.

Esempio utile e concreto di questo spirito olimpico sono state le vite di sei Santi, proposte e raccontate ogni giorno ai ragazzi, come dimostrazione di una condotta valorosa della propria vita.
E’ venuto poi il momento di mettere fisicamente in pratica il tema del campo: ogni partecipante ha potuto prendere parte a una delle due proposte olimpioniche, ovvero le Olimpiadi Sportive o le Olimpiadi delle Arti.
Attraverso svariate prove, i partecipanti hanno saputo mettersi in gioco, divertirsi e competere con lo spirito giusto, dimostrando di aver assorbito le riflessioni fatte nei momenti di condivisione. Come ogni gruppo olimpico che si rispetti, anche noi siamo stati accompagnati in questo percorso dal nostro inno personale: una canzone musicalmente moderna, molto orecchiabile, che in realtà si fa portatrice di un testo spiritualmente molto profondo; questa canzone “La Tua gloria” di Mirko e Giorgia, è diventata così parte integrante dell’esperienza.

La settimana si è conclusa con una vera e propria cerimonia di chiusura dei giochi olimpici e, naturalmente, con l’assegnazione delle medaglie ai vincitori.

Oltre ai vincitori delle Olimpiadi Sportive e delle Arti, sono stati premiati anche tre ragazzi che durante la settimana si sono messi in mostra e si sono distinti per il loro valore nell’atteggiamento verso gli altri e verso le attività e nello spirito di iniziativa, salendo così sul podio delle Olimpiadi della Spiritualità.

Tutti i 35 partecipanti hanno saputo dare il proprio contributo, dimostrando che, ognuno di noi, vale 100 su 100.

Un ringraziamento particolare va al “Comitato Olimpico Internazionale” composto dai cuochi Rachele, Loretta e Guerino, dall’animatore Matteo, dalla famiglia Del Bono e da don Maurizio che, come ogni anno, hanno saputo rendere particolare ed indimenticabile questa esperienza per tutti gli adolescenti e mi hanno dato la possibilità di accompagnare i ragazzi durante questa settimana.

Federica Poli