C.A.G.

Che cos’è il Cag, Centro di Aggregazione Giovanile?

Il CAG-L’INCONTRO nasce nel 1996 Grazie alla collaborazione tra la Parrocchia Ss. Pietro e Paolo di Marcheno e l’amministrazione comunale. Esso è un servizio aperto a tutti i minori senza discriminazione alcuna; è un luogo educativo in cui si offrono ai giovani opportunità di impiego e di utilizzo del tempo libero che favoriscono l’accoglienza, la socializzazione, il protagonismo, secondo una logica di promozione delle potenzialità e di accompagnamento e prevenzione della devianza.

Perché l’Incontro?
Perché crediamo nella possibilità di conoscere e riconoscere le diversità che ci caratterizzano, cercando di valorizzarle come risorsa da condividere per crescere.

A chi è rivolto?
A tutti i minori del territorio comunale e non (bambini, ragazzi, ma soprattutto pre-adolescenti, adolescenti e giovani). età scolare fino ai giovani. In particolare a chi non ha la possibilità di vivere esperienze aggregative e formative al di fuori dell’ambiente scolastico, ai soggetti in difficoltà, ma anche a chi desidera essere protagonista.

Che cosa facciamo?
Il Cag l’Incontro organizza varie attività:

  • Laboratori (teatrale, di cucina, di manualità)
  • Animazione di eventi vari (feste, giochi in oratorio)
  • Campi scuola
  • Grest e Follest
  • Informalità con adolescenti e giovani
  • Progetto “Luci nella Notte – Legge 285”
  • Collaborazione con le scuole elementari e medie per il “Progetto Pace”

L'equipe
L'equipe del CAG ha il compito di programmare e coordinare le varie attività che si svolgono durante l'anno attraverso incontri che si tengono ogni settimana. Essa è composta da un responsabile nella persona del vicario parrocchiale, da un educatore e da circa dieci volontari.

cagLogoBen ritrovati con le news dal nostro Cag. Per iniziare eccovi un aggiornamento sulle attività pomeridiane: nei primi tre mesi dell’anno scolastico 2015/2016 gli iscritti al progetto “Compiti con gusto” sono ben 51!!! Con un numero così importante di ragazzi (che frequentano le scuole medie) si è resa necessaria una modifica del programma inizialmente proposto e a tal proposito è stato aggiunto un giorno in più di presenza (il martedì) per permettere a tutti gli iscritti di accedere al progetto con una frequenza che varia da 1 a massimo 3 presenze settimanali. Oltre alla mia presenza, dalla metà di settembre ad ora ho potuto contare sulla preziosa collaborazione di 3 giovani volontari: Anna Bazzani, Cristian Ruffini e Nicholas Ghirardini ogni pomeriggio aiutano con impegno e competenza i ragazzi nello svolgimento dei compiti e dello studio scolastico e allo stesso tempo forniscono loro un positivo modello educativo di riferimento.

Sempre il martedì dalle 16.30 alle 18 continua anche quest’ anno il progetto “Aula-studio” nella quale viene fornito uno spazio per il lavoro scolastico dei ragazzi delle superiori. Seppur ci sia una presenza costante inferiore rispetto allo scorso anno, rimane comunque un’opportunità sfruttata da una decina di ragazzi tra i 14 e i 19 anni e allo stesso tempo resta un momento nella quale poter progettare eventi specifici che riguardano la fascia adolescenziale.

Leggi tutto: CAG News versione natalizia

Ben ritrovati nel primo appuntamento del Cag nell' anno 2015. Prima di aggiornarvi sugli ultimi sviluppi, ricordo alcune date importanti:

  • Sabato 14 febbraio: I love Carnevale, ore 20,30 in Oratorio, festa con musica e DJ.
  • Domenica 15 febbraio: Sfilata di Carnevale (ritrovo ore 14.30 presso Parco degli Alpini in via Bachelet). A seguire animazione e merenda in oratorio.
  • Martedì 17 febbraio: Carnevale Cag: (ore 15, in oratorio, animazione per ragazzi delle scuole elementari e medie a cura degli animatori-adolescenti del Grest).
  • Giovedì 19 marzo: bruciamo la Vecchia (ore 20.30 presso l' argine del fiume Mella)

Dal 7 gennaio sono riprese le attività pomeridiane del Cag.

Leggi tutto: C.A.G. News

Con il mese di ottobre riprendono le attività ordinarie del Cag.

Il programma 2014/2015 intende riproporre e consolidare le attività inserite nel progetto educativo del servizi, nella quale si pone un’ attenzione particolare alla fascia dei pre-adolescenti (11-14 anni) durante il tempo pomeridiano per tutto l’ arco dell’ anno scolastico.

Per tre giorni a settimana (lunedì, mercoledì e venerdì) dalle 14.15 alle 16.15 l’ attività proposta rimane il progetto “Compiti con gusto”, nella quale viene dato un supporto ai ragazzi nello svolgimento dei compiti scolastici.
Fin da subito oltre la mia presenza, è stata garantita la partecipazione di un’assistente (laureanda in Psicologia presso l’ Università Cattolica di Brescia) competente nella lingua tedesca (per due volte la settimana), in grado di rendere il servizio ancora più qualitativo.

Per accedere alla prima parte del pomeriggio è necessaria un’iscrizione formale (presso l’ educatore) da parte di uno dei genitori, con la quale verrà effettuato un breve colloquio. L’ iscrizione viene rinnovata mensilmente e prevede il seguente contributo:

  • 1 presenza a settimana per tutto il mese al costo di 10 euro
  • 2 presenze a settimana per tutto il mese al costo di 20 euro
  • 3 presenze a settimana per tutto il mese al costo di 25 euro

Una breve spiegazione sulla necessità del contributo: la richiesta economica è volta al solo auto-sostentamento del servizio il quale deve far fronte ai costi del personale assistente, della merenda (fornita a tutti i partecipanti), della cancelleria senza dimenticare spese per l’elettricità, il riscaldamento, il collegamento internet.nda parte del pomeriggio, dopo la merenda e fino alle 18, è dedicata ad attività aggregative, ricreative e laboratoriali nella quale i ragazzi possono sperimentarsi nella creazione, nella manualità o semplicemente interagire informalmente in un luogo sicuro e attento alle specificità educative della loro fascia d’età.

Per quanto riguarda gli adolescenti frequentanti la scuola superiore, viene riproposto il progetto sperimentato lo scorso anno: a partire da martedì 7 ottobre e per ogni martedì dell’ anno scolastico 2014/2015, verrà messo a disposizione all’ interno dell’ oratorio uno spazio (il saloncino) dove poter studiare, potendo usufruire di un aiuto nel programmare lo studio e nell’ utilizzare un metodo corretto per svolgere il lavoro scolastico, da parte dell’ educatore. Siamo convinti che fornire un servizio di supporto scolastico pomeridiano sia una scelta corretta e volta a fornire un’opportunità per le famiglie e per i ragazzi stessi.

Una forma di presenza referenziale adulta congiuntamente ad uno spazio e a un tempo di condivisione nello studio può favorire la crescita e la passione verso un apprendimento più sistematico e produttivo e meno faticoso rispetto alla difficile e solitaria impresa di chi da solo è ancora incapace di gestire il suo tempo e le sue risorse nel lavoro scolastico. Inoltre questo spazio è pensato per mantenere un contatto con i ragazzi, sia come prosecuzione naturale di un rapporto di reciproca conoscenza sia per l’ organizzazione di eventi e momenti di animazione in oratorio durante l’ anno che non siano solamente circoscritti alla stagione estiva.
A tal proposito ecco un breve bilancio delle attività estive.

Con soddisfazione possiamo dire che l’estate 2014 è stata straordinaria sia dal punto quantitativo che qualitativo. Gli iscritti al Grest in quanto partecipanti sono stati 193 e 72 gli adolescenti assistenti animatori che si sono prestati ad un mese di servizio impegnativo ma particolarmente eccellente.

Gli stessi, hanno animato le giornate Follest di luglio che hanno riempito di gioia e divertimento più e più volte l’oratorio e Marcheno in genere. Con 27 di loro si è potuto anche condividere un’ intensa settimana di convivenza e di campo estivo nella ormai famigerata e magica Senigallia, luogo che definirei “mistico” tanta è la sua capacità di creare un ambiente unico e speciale e altrettanto difficile lasciare.

In data primo ottobre 2014 gli iscritti alla prima parte del pomeriggio sono ben 25 !!!

Per quanto riguarda il programma dei prossimi mesi, comunichiamo le date del Campo Invernale per Adolescenti, (ragazzi frequentanti le scuole superiori) che si terrà dal 2 al 5 gennaio 2015 presso Ponte di Legno (BS).

A presto
L’ educatore
Matteo Varotti

Dopo la pausa estiva, ci ritroviamo con il nostro consueto appuntamento in cui diamo spazio a quanto proposto nelle attività del nostro Cag. Come tradizione, settembre è mese di bilancio su quanto svolto durante i mesi di giugno e luglio e occasione per rilanciare il programma 2016/2017

GREST 2016

Grande affluenza anche per l’anno 2016 con il Grest “Per di qua”. Il nostro oratorio ha accolto ben 175 bambini e ragazzi tra i 6 e i 13 anni, accompagnati per 4 settimane da circa 55 adolescenti con il compito di assistenti-animatori. Durante questo periodo abbiamo cercato di creare uno spazio in cui i ragazzi potessero stringere amicizia, confrontarsi e instaurare un legame di fiducia fra loro e con i più grandi. Sottoposti alla guida e alla supervisione degli animatori, i ragazzi si sono divertiti con giochi, balli, attività manuali e uscite, ma non sono mancati momenti di formazione, di riflessione e di preghiera.

Un ringraziamento sentito va anche quest’ anno alle famiglie Gitti-Fausti che con un grande sforzo e con tanta ospitalità hanno ricevuto il Grest in località Albereto preparandoci uno squisito pranzo ed un altrettanto gustosa merenda facendoci godere una bellissima giornata di giochi e divertimento tra le nostre stupende montagne.

Ringrazio inoltre tutti coloro che ci hanno dato una mano per la buona riuscita del Grest, a partire dai genitori dei bambini e degli animatori, per la fiducia che ci hanno accordato; Don Maurizio, Samanta, Cristian e tutti coloro che ci hanno aiutato, supportato e incoraggiato.

Leggi tutto: CAG News Settembre 2016

Senigallia 2016Una sberla giustificata con “è una tradizione ebraica” (scena che sarà poi spiegata con la visione di un film): è così che è iniziato il camposcuola 2016 che, per la prima volta, ho vissuto da un’altra prospettiva: quella dell’assistente animatrice.

Una bella esperienza, accompagnata da paura e coraggio, che non solo erano i temi di questo camposcuola, ma anche le emozioni che mi accompagnavano in quel momento; paura di non essere all’altezza, ma tanta voglia di cimentarmi in questa nuova prova.

Così, tra sbadigli e risate con Alfredo (storico autista dei nostri campiscuola) siamo partiti con destinazione Senigallia.

Lì, fra punture di meduse, partite a pallavolo e docce al Nesquik abbiamo cercato di sviluppare il tema chiave di questo camposcuola attraverso la visione di due film “La famiglia Belier” e “Whiplash” che, seppur in modo diverso, trattano di come con costanza e impegno si possano raggiungere i propri obiettivi.

Nel primo caso la protagonista, figlia di sordomuti, aveva il dono del canto, ma era afflitta da un lato dal desiderio di spiccare il volo e dall’altro dalla paura di ferire i propri cari;
Nel secondo il protagonista era un giovane batterista con l’ambizione di diventare grande e che per ciò si scontra con il direttore dell’ orchestra.

Leggi tutto: Senigallia 2016